ELENCO :: I BORGHI :: ABRUZZO :: SCONTRONE

LA STORIA

Alla sinistra del fiume Sangro sorge su di uno sperone del Monte Tre Confini, alla sbocco della gola di Barrea, il pittoresco paesino di Scontrone. Scontrone è situato a 1038 m d’altitudine sulla riva sinistra del Fiume Sangro in una posizione strategica in quanto posto al confine con il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e vicinissimo agli impianti di risalita di Roccaraso, il più importante del centro sud. Il paese è costituito dal borgo centrale in posizione collinare e dal borgo a valle, Villa Scontrone, più riparato e verdeggiante. Scontrone è entrato a far parte della Rete nazionale dei Borghi Autentici d’Italia.

 

LUOGHI DA VISITARE

Oltre a passeggiare nella natura e nei vicoli suggestivi del borgo autentico di Scontrone il visitatore è attratto dal suo panorama, delle abitazioni in pietra locale, dai murales che ornano facciate di case creati da fantasiosi artisti tra i vicoli e le piazze del paese, dal leone simbolo del paese e la Natività in pietra. Nel territorio, nei pressi di Villa Scontrone, è presente una sorgente d’acqua sulfurea, lì dove un tempo c’erano le terme del paese. La vita di Villa Scontrone si svolge per lo più nella bella piazzetta situata nei pressi della chiesa della Madonna del Carmine. Non può mancare la visita all’antica Chiesa di Santa Maria, edificata a Scontrone prima del 1356, con i suoi capitelli romanici che testimoniano l’antica origine. Si possono inoltre visitare la Chiesetta di San Rocco e a 500 m ad ovest dell’abitato la Chiesetta di San Michele Arcangelo. A Villa Scontrone invece è possibile ammirare la Chiesa della Madonna del Carmine e i ruderi del convento di Celestino V che vi soggiornò. Per chi ama passeggiare nella natura si possono percorrere diversi sentieri naturalistici e rimanere affascinati dalla vista sulla Foce con le secolari faggete.Infine ci sono da vedere il Museo Internazionale della Donna nell’Arte dove sono raccolte  le opere che negli anni sono state donate da artiste provenienti da tutto il mondo e il Centro di Documentazione Paleontologico “Hoplitomeryx” dedicato al sito fossilifero situato a circa 1.180 metri sul livello del mare sulle pendici del Monte Greco, posto a nord dell’abitato di Scontrone.